La religiosità umana nel pensiero di Jean Daniélou

Sommario: Introduzione. I. La nozione di religiosità: approssimazione fenomenologica ed espressione concettuale. 1. La religiosità come riconoscimento di un
Assoluto personale. 2. Le ierofanie: occasioni e mediazioni del rapporto religioso.
3. Religione e religioni: distinzione e rapporto. II. Comprensione teologica della
religiosità. 1. Rivelazione cosmica, fede, grazia. 2. La religione in rapporto alla
rivelazione in Cristo. Conclusione: la radice autentica della religiosità umana.
 

Lo studio esamina la nozione di religiosità nel pensiero di Jean Daniélou, in una
prospettiva sia fenomenologica che teologica. L’approccio teologico, in particolare, permette di giustificare un concetto di “religione autentica” come risposta
adeguata alla rivelazione cosmica con cui Dio si manifesta all’uomo. Un’autentica
religiosità appare come una possibilità sempre offerta ad ogni uomo da parte
di Dio di un incontro salvifico, pur nel riconoscimento dell’oggettiva pienezza
di grazia e di verità donate nell’evento di Cristo. La riflessione teologica sulla
religiosità, sulla base del pensiero di Daniélou, permette interessanti chiarimenti
sulla distinzione tra religione e religioni e tra religione e rivelazione.

This study examines the notion of religiosity in Jean Daniélou’s thought, from
both a phenomenological and a theological perspective. The theological approach,
in particular, allows us to justify a concept of “authentic religion” as an adequate
response to the cosmic revelation with which God manifests himself to man.
Authentic religiosity appears as a possibility always offered to every man by God
of a salvific encounter, while recognising the objective fullness of grace and truth
given in the event of Christ. The theological reflection on religiosity, based on
Daniélou’s thought, allows interesting clarifications on the distinction between
religion and religions and between religion and revelation.
 

Acquista/Buy