Il destino dell’umanesimo: il terzo (incluso) come relazione tra umano e sociale

Sommario: I. La crisi esistenziale odierna come frutto della rimozione del Terzo.
II. Comprendere il processo storico secondo la cifra del Terzo a seconda che sia incluso
o escluso. 1. La matrice semantica classica. 2. La matrice semantica moderna. 3. La
matrice semantica dopo-moderna 4. Dove porta la matrice relazionale? III. In
che modo si dà il Terzo incluso? IV. Per vedere il Terzo incluso occorre uno sguardo
relazionale. V. Il Terzo e il paradigma relazionale. VI. Il destino dell’umanesimo
giace nel modo in cui è declinato il Terzo.
 

Nelle scienze umane e sociali che affrontano i dilemmi delle relazioni fra ciò che è
soggettività umana e ciò che è richiesto dalla società, oggi prevalgono due tendenze: da un lato, l’umano e il sociale sono considerati come opposti secondo un codice
dualistico o binario, e, dall’altro, sono fusi fra loro cosicché le loro distinzioni
sono cancellate o rese circolari. Di conseguenza, viene rimossa la relazionalità
ontologicamente costitutiva sia dell’umano sia del sociale in cui risiede il Terzo.
Tale rimozione provoca una diffusa disumanizzazione della vita sociale. Un nuovo
umanesimo è possibile solo a patto di connettere l’umano e il sociale mediante il
Terzo quale effetto emergente della loro relazione. Ciò significa andare oltre le
matrici teologiche che sorreggono le culture monistiche e dualistiche, e dunque
non prevedono o negano il Terzo, per affermare un umanesimo basato su una
matrice teologica del Terzo incluso.

In the human and social sciences that address the dilemmas of the relationships
between what is human subjectivity and what is required by society, today two
tendencies prevail: on the one hand, the human and the social are considered
as opposites according to a dualistic or binary code, and, on the other hand,
they are fused together so that their distinctions are canceled or made circular.
Consequently, the ontologically constitutive relationality of both the human and
the social in which the Third resides is removed. This removal causes a widespread
dehumanization of social life. A new humanism is possible only on condition
that we connect the human and the social through the Third as an emerging
effect of their relationship. This means going beyond the theological matrices that
support monistic and dualistic cultures, and therefore do not foresee or deny the
Third, to affirm a humanism based on a theological matrix of the Third included.
 

Acquista/Buy