Libertà religiosa, tolleranza e verità nei Padri della Chiesa prima di Teodosio

Sommario: I. Introduzione. II. Profilo generale della dottrina dei Padri della Chiesa in rapporto alla tolleranza e alla libertà religiosa. III. Tertulliano. IV. Cipriano. V. Lattanzio. VI. Conclusione.

Nel proclamare la libertà religiosa nel Concilio Vaticano II, la Chiesa cattolica ha riscoperto le proprie radici. In questo saggio si descrive l’atteggiamento generale dei primi scrittori ecclesiastici e si esaminano i libri di Tertulliano, Cipriano e Lattanzio che furono particolarmente importanti in questo contesto. I Padri della Chiesa e gli scrittori cristiani prima di Teodosio ripudiarono la violenza – in particolare la coercizione stata- le – nelle questioni religiose, e fondarono questa libertà religiosa sulla verità, che può essere accettata soltanto con il libero consenso. Questo concetto autonomo di libertà religiosa che svilupparono i Padri, va oltre il concetto di libertà inautentica tipica del diritto romano, non a caso la confusione tra Chiesa e Stato ha origine nella tradizione del paganesimo romano e non nel cristianesimo.

In proclaiming religious freedom at the Second Vatican Council the Catholic Church has rediscovered her own roots. After sketching the general attitude of Church Fathers towards religious freedom till the 4th century, the essay analyzes the writings of Tertullian, Cyprian and Lactance, who are particularly important. These authors reject violence in religious matters, basing their arguments on the search for truth which can only be accepted by free assent. They develop a specific concept of religious freedom which goes beyond the pagan Roman concept of free exercise of religious cults. The non-separation and even identification of Church and State are not originally Christian but stem from the pagan Roman tradition.

Acquista/Buy